Jan Schoonhoven

(1914 – 1994, Delft, Paesi Bassi)

Schoonhoven è considerato uno tra i più importanti artisti olandesi della fine del XX secolo. Egli è conosciuto soprattutto per la sua sistematica ricerca della luce, della forma e del volume attraverso i suoi rilievi scultorei e le sue opere su carta. Anche se, Schoonhoven passò tutta la vita nel suo luogo natio, Delft, questo non gli impedì di creare un’arte che fosse in dialogo con altri emergenti artisti avanguardisti e ad influenzarli. All’inizio degli anni Cinquanta, Schoonhoven ebbe un ruolo centrale nel Nederlandse Informele Groep e nel gruppo Nul, che erano affiliati al movimento europeo Informel e al Gruppo Zero. Oltretutto, Schoonhoven fu incluso in numerose collettive importanti tra cui, Zero-O-Nul al Gemeentemuseum Den Haag a The Hague (1964) e Amsterdam, Paris, Düsseldorf al Solomon R. Guggenheim Museum di New York (1972). In aggiunta, Schoonhoven partecipò a documenta 4 a Kassel nel 1968 e alla IX Biennale di San Paolo, in Brasile nel 1967, dove si aggiudicò il secondo premio. Schoonhoven espose le sue opere in diversi musei importanti come il Gemeentemuseum Den Haag di The Hague e il Stedelijk Van Abbemuseum di Eindhoven, Paesi Bassi. All’artista sono state anche dedicate numerose retrospettive in musei di fama internazionale tra cui, il Städtisches Museum di Mönchengladbach (Germania), il Westfälischer Kunstverein di Münster (Paesi Bassi) e il Museo van Bommel van Dam di Venlo (Paesi Bassi). Tra il 1985 e il 1986, la mostra Jan Schoonhoven Retrospektiv: Tekeningen en reliëfs fu esibita al Gemeentemuseum Den Haag di The Hague, al Kunsthalle Nürnberg di Nuremberg e al Badischer Kunstverein di Karlsruhe, in Germania. Jan J. Schoonhoven, un’altra retrospettiva dedicata all’artista, fu ospitata dal Museo Folkwang ad Essen, al Bonnefantenmuseum di Maastrichtand e al Aargauer Kunsthaus, Aarau in Svizzera. Più recentemente, i lavori dell’artista sono stati inclusi nell’esibizione Zero: Countdown to Tomorrow, 1950s-60s al Solomon R. Guggenheim Museum di New York, dall’ottobre 2014 al gennaio, 2015. In più, nel 2015 a Schoonhoven è stata dedicata una mostra al Situation Kunst di Bochum in Germania.