LONDON

41&43 Maddox Street

W1S 2PD London

United Kingdom

+44 20 74 93 6009

LUNEDÌ - VENERDÌ

10:00 - 18:00

 

SABATO

12:00 - 18:00

LONDON

41&43 Maddox Street

W1S 2PD London

United Kingdom

+44 20 74 93 6009

LUNEDÌ - VENERDÌ

10:00 - 18:00

 

SABATO

12:00 - 18:00

LUGANO

Via Nassa 62

6900 Lugano

Switzerland

+41 91 92 14 000

LUNEDÌ - VENERDÌ

10:00 - 18:00

SABATO

12:00 - 18:00

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • Artsy-logo-mask
  • artnetlogo_wix_edited
  • kooneswix

Grazia Varisco

(1937 Milano, Italia)

Tra il 1956 al 1960, Grazia Varisco ha studiato presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, sotto la guida del pittore Achille Funi. All’inizio degli anni 60, Grazia Varisco è stata tra i cofondatori del Gruppo T di Milano, insieme a Giovanni Anceschi, Davide Boriani, Gianni Colombo e Gabriele Devecchi. Le energie del Gruppo T erano concentrate principalmente sulle ricerche dell’ “Arte Programmata”, così definita da Bruno Munari. Il primo manifesto simbolo del Gruppo T recitava: «vediamo la realtà come continuo divenire di fenomeni che noi percepiamo nella variazione». In questo primo periodo, Varisco partecipa a numerose mostre intitolate Miriorama e nel 1962 partecipa alle mostre Arte Programmata, organizzate da Bruno Munari, con introduzione in catalogo di Umberto Eco, a Milano, Roma, Venezia. Dal 1963 espone, sia in Italia che all'estero, alle rassegne del movimento internazionale Nouvelle Tendance. Conclusasi l'esperienza del gruppo, dalla metà degli anni sessanta, Grazia Varisco continua la sperimentazione e l'attività di esposizione in modo indipendente. 

Dal 1961 al 1967 collabora con l'Ufficio Sviluppo de la Rinascente a Milano, svolgendo attività di progettazione grafica. Collabora inoltre come consulente di grafica con la rivista Abitare, con la Kartell e per il piano Internazionale milanese. Alla fine degli anni '60 soggiorna per un anno negli Stati Uniti, in Ohio, dove ha l'opportunità di frequentare artisti e docenti dei Departments of Fine Arts che contribuiranno alla sua formazione artistica e a sviluppare la sua notevole attività espositiva e notorietà a livello internazionale. Dal 1981al 2007, Varisco sarà titolare della cattedra di Teoria della percezione all'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Infine, nel 2007, il Presidente della repubblica Giorgio Napolitano le conferisce il Premio del Presidente della Repubblica per la Scultura.